Le diverse localizzazioni della pelle a tendenza atopica

Contenuti

Le diverse localizzazioni della pelle a tendenza atopica

Pelle secca, rossori... La pelle a tendenza atopica può interessare ogni parte del corpo. Le zone colpite variano da persona a persona. La loro posizione dipende anche dal tipo di manifestazioni. La pelle a tendenza atopica interessa in particolare alcune zone, a seconda dell'età. Per la pelle a tendenza atopica da contatto, la zona interessata sarà stata esposta a un allergene. Ecco una panoramica.

Pelle a tendenza atopica: neonati

La pelle a tendenza atopica compare in media intorno ai 3 mesi e si sviluppa con manifestazioni più o meno periodiche che coincidono con infezioni dentali e nasofaringee. Le lesioni assumono successivamente l’aspetto di piccole macchie rosse.

Nei neonati al di sotto di un anno, queste manifestazioni interessano perlopiù in modo simmetrico le parti sporgenti del viso, come fronte, mento e guance, ma talvolta anche gambe, braccia e pieghe del collo. Al contrario, naso e glutei sono perlopiù risparmiati. 

Poi, tra uno e due anni di età, le chiazze di pelle a tendenza atopica lasceranno le parti sporgenti e si localizzeranno nelle pieghe dei gomiti e delle gambe, dietro le orecchie e su testa e collo.

Riflettori puntati sulla pelle a tendenza atopica nei neonati

Riflettori puntati sulla pelle a tendenza atopica su braccia e gambe

av_eczema-psoriasis_bebe_1x1_v1
av_eczema-psoriasis_enfant_demangeaisons_bras_1x1

Pelle a tendenza atopica in bambini e adolescenti

Dai due anni fino all'adolescenza, le manifestazioni della pelle a tendenza atopica assumono un aspetto biancastro. Si spostano su diverse zone del viso: palpebre, contorno labbra o dietro le orecchie, ma anche incavo del gomito, retro delle ginocchia, mani, polsi e caviglie.

Nella maggior parte dei casi, la pelle a tendenza atopica tende a scomparire nell'adolescenza. 

Le chiazze sono molto localizzate? Sul petto, intorno all’ombelico, al centro della schiena? Allora potresti avere un’allergia a sostanze contenute in una crema, o al nichel nella fibbia della cintura o nel gancetto del reggiseno. Si tratta di pelle a tendenza atopica da contatto: la cute reagisce a un allergene specifico.

Se, al contrario, la pelle è generalmente secca e sensibile e compaiono chiazze rosse su altre parti del corpo, è più probabile che si tratti di pelle a tendenza atopica.

Riflettori puntati sulla pelle a tendenza atopica sulle mani

Riflettori puntati sulla pelle a tendenza atopica

Vivere con la pelle a tendenza atopica e psoriasi - bambini

 

Pelle a tendenza atopica: quali sono le zone colpite negli adulti? 

Circa il 10% dei pazienti continua a soffrire di pelle a tendenza atopica in età adulta. In questo tipo di malattia della pelle della pelle, le chiazze sono rosse, spesse e irregolari. La localizzazione è diversa da quella della pelle a tendenza atopica nell’infanzia. Sono perlopiù colpite mani e viso, soprattutto le palpebre, così come le grandi pieghe cutanee (incavo del gomito, retro delle ginocchia).

Riflettori puntati sulla pelle a tendenza atopica su occhi e palpebre

Riflettori puntati sulla pelle a tendenza atopica su braccia e gambe

“Quando avevo circa 18-20 anni, le manifestazioni della mia pelle a tendenza atopica sono scomparse. Tuttavia, mi sono tornate alcune chiazze sulla mano. Ho 38 anni, ma le mie mani sembrano quelle di una donna di 70 anni".

Carole

Pelle a tendenza atopica: il trio vincente dei trattamenti

Qualunque sia la localizzazione delle manifestazioni della pelle a tendenza atopica (viso, mani, braccia, gambe, ecc.), il trattamento si basa soprattutto sulla cura localizzata. Il primo passo è un’igiene delicata e adeguata per prevenire ulteriore secchezza e irritazioni cutanee.

Il medico potrà prescrivere dei farmaci per calmare l'infiammazione (crema a base di cortisone). Il trattamento di base, che comporta l'applicazione quotidiana di un emolliente, mira a combattere la secchezza cutanea e a ripristinare la funzione barriera della pelle. 

Infine, sono utili le alternative che aiutano a gestire la sensazione di prurito ed evitare di grattarsi. 

Vivere con la pelle a tendenza atopica e psoriasi

Pelle a tendenza atopica - La corretta igiene

  • <span class="ezstring-field">av_eczema-psoriasis_enfant_maman_dermatologue_4x5</span>
  • <span class="ezstring-field">av_eczema-psoriasis_application_produit_bras_4x5</span>
  • <span class="ezstring-field">av_eczema-psoriasis_massage_4x5</span>

Pelle a tendenza atopica da contatto: una reazione allergica

È noto che la pelle a tendenza atopica da contatto è a tutti gli effetti un’allergia. Il contatto della pelle con un prodotto o un oggetto può provocare una reazione infiammatoria. Ciò si manifesta sotto forma di lesioni della pelle (vescicole) e prurito. Le zone in cui si manifesta il rossore corrispondono alla zona di contatto con l'allergene. Questo è un forte indizio della causa dell'allergia.

Pelle a tendenza atopica da contatto

IL CONSIGLIO DELL'ESPERTO

La prevenzione delle riacutizzazioni della pelle a tendenza atopica da contatto consiste nell’evitare l’allergene, ma non è sempre facile, soprattutto se si è esposti in un contesto professionale. In questo caso, proteggendo la pelle (guanti, indumenti protettivi, ecc., senza dimenticare l'uso di creme di barriera quali Cicafalte Mani Crema Ristrutturante Barriera di Avène) è possibile ridurre il rischio. È fondamentale seguire una routine delicata per l’igiene con un detergente senza sapone e idratare a fondo la pelle con un emolliente.

Trattamenti per la pelle a tendenza atopica

Pelle a tendenza atopica da contatto: possono essere colpite tutte le parti del corpo 

Cuoio capelluto, orecchie, labbra, collo, ascelle, pancia, schiena, mani, piedi... Qualsiasi parte del corpo può essere colpita dalla pelle a tendenza atopica da contatto.

Nelle nostre vite quotidiane, gli allergeni hanno principalmente quattro origini. Abbigliamento: tinture per gli indumenti, pelle, colla o gomma su scarpe o accessori in nichel (fibbia della cintura, bottoni dei pantaloni, orecchini, ecc.) sono tra i più frequenti.

I cosmetici sono un'altra causa: profumo, shampoo, deodorante, colorazione per i capelli, smalto, ecc.

Farmaci applicati sulla pelle, come antisettici o creme antinfiammatorie, sono la terza causa, seguiti dagli allergeni professionali.

Riflettori puntati sulla pelle a tendenza atopica su addome e schiena

Riflettori puntati sulla pelle a tendenza atopica su viso e collo

Riflettori puntati sulla pelle a tendenza atopica su braccia e gambe

LE NOSTRE RISPOSTE ALLE TUE DOMANDE

Distinguiamo tra mito e realtà: è per questo che siamo qui.

Proprio così. Alcune allergie da contatto possono essere causate dalle mani. Un esempio? Smalti che potrebbero non aver causato una reazione sulle unghie ma che possono scatenare un'allergia in un'altra zona, ad esempio su palpebre, viso e collo.

Vero. Anche dopo anni di utilizzo dello stesso profumo o gel doccia, può verificarsi una reazione allergica... Esiste infatti un periodo di latenza tra la prima esposizione alla sostanza allergenica e la comparsa dei sintomi. Tale periodo può variare da pochi giorni a diversi anni. In altre parole, si può improvvisamente diventare allergici a un prodotto che non ha mai dato problemi in precedenza.

Falso. Lo sviluppo della pelle a tendenza atopica non ha nulla a che vedere con l'igiene. Al contrario, lavandosi troppo o con prodotti che contengono agenti irritanti, si possono scatenare delle riacutizzazioni.

Le nostre soluzioni per prenderti cura della tua pelle

I trattamenti per la pelle Eau Thermale Avène sono studiati per aiutarti a sentirti più a tuo agio con la tua pelle
av_xeracalm_balm_1_post_3282770114171_ld -2-

Gamma XeraCalm A.D

La amo, non ho più arrossamenti, sensazione di prurito o allergie. La mia pelle è morbida. Scopri i nostri prodotti contro la sensazione di prurito
Torna all'inizio