Home
MAGAZINE
BEAUTY

Potenziare l'idratazione cutanea
durante la notte

Una stagione dopo l’altra, la nostra pelle subisce molteplici aggressioni (inquinamento, luce blu, temperature estreme, ecc.).
Il risultato? La pelle tira, si sensibilizza e finisce col perdere il suo splendore. È però semplice ribaltare la situazione: basta adottare una routine di trattamento che sia adatta al nostro tipo di pelle, ma anche al ritmo del nostro organismo. Perché se durante il giorno la nostra epidermide assorbe solo il 30% dei principi attivi dalle creme che applichiamo, durante la notte ne integra quasi il 100%. E questo perché di notte la pelle si rigenera, attivando il processo di rinnovamento cellulare.
In che modo? Quando dormiamo (principalmente tra le 23.00 e le 2.00 del mattino), l’epidermide attiva i propri meccanismi naturali di recupero: il microcircolo viene stimolato, la barriera cutanea rinforzata e le cellule si dividono per poterci regalare un incarnato radioso e riposato al risveglio. Ora che hai acquisito le basi, passiamo alla fase successiva: ti suggeriamo 3 metodi per potenziare il tuo tasso di idratazione durante la notte.

Struccarsi, un rituale essenziale

Struccarsi: un rituale quotidiano irrinunciabile ma spesso dimenticato, o eseguito sommariamente. Eppure, questo gesto rimuove il make-up, i residui di sostanze inquinanti e le cellule morte accumulate sulla superficie cutanea nel corso della giornata. A condizione che venga eseguito correttamente.
Il rituale corretto? Iniziare detergendo il viso con un fluido struccante, per imprigionare l’eccesso di sebo e asportare lo strato di make-up che di fatto ostruiva i pori. Secondo passo, applicare un gel o latte detergente (a seconda del tipo di pelle) sul viso umido: l’emulsione andrà a liberare l’epidermide dalle impurità residue e a trattare le problematiche della nostra pelle.
Risultato: un viso davvero pronto ad accogliere i trattamenti che vorremo dedicargli.

L' esfoliazione: il segreto per una bella pelle

L' esfoliazione è uno dei gesti essenziali che garantiscono un migliore assorbimento dei trattamenti.
Di fatto, quando la pelle è ostruita da impurità, residui di trucco o sostanze inquinanti, diventa impermeabile ai principi attivi contenuti nelle creme e nei sieri utilizzati.
Per renderla nuovamente ricettiva, esiste una soluzione piuttosto semplice: esfoliare. Ma, ancora una volta, adottando i gesti giusti!
Bye bye ai gommage che producono un effetto astringente sullo strato idrolipidico (il film che protegge la nostra pelle dalle aggressioni quotidiane); inseriamo invece nella nostra routine un gel per il gommage, da utilizzarsi una o due volte alla settimana: le microbiglie di cellulosa e cera di jojoba eliminano delicatamente le cellule morte lasciando il posto a uno strato di pelle nuova e, quindi, più radiosa.

Idratare la pelle durante tutta la notte

Beninteso, l' idea non è quella di puntare la sveglia alle 3 del mattino per applicare uno strato di crema idratante, tutt' altro! Piuttosto, è quella di scegliere trattamenti a base d'acqua che possono essere utilizzati come crema da giorno, ma anche come sleeping mask. Ispirata al rituale di trattamento coreano, questa crema aqua-gel regala alla pelle un bagno di freschezza idratante.
Al risveglio, la pelle è rimpolpata, fresca e radiosa, un piccolo plus: questa formula versatile può essere utilizzata anche sul contorno occhi, per uno sguardo più luminoso e riposato.

Potenziare l'idratazione cutanea
durante la notte

Una stagione dopo l’altra, la nostra pelle subisce molteplici aggressioni (inquinamento, luce blu, temperature estreme, ecc.).
Il risultato? La pelle tira, si sensibilizza e finisce col perdere il suo splendore. È però semplice ribaltare la situazione: basta adottare una routine di trattamento che sia adatta al nostro tipo di pelle, ma anche al ritmo del nostro organismo. Perché se durante il giorno la nostra epidermide assorbe solo il 30% dei principi attivi dalle creme che applichiamo, durante la notte ne integra quasi il 100%. E questo perché di notte la pelle si rigenera, attivando il processo di rinnovamento cellulare.
In che modo? Quando dormiamo (principalmente tra le 23.00 e le 2.00 del mattino), l’epidermide attiva i propri meccanismi naturali di recupero: il microcircolo viene stimolato, la barriera cutanea rinforzata e le cellule si dividono per poterci regalare un incarnato radioso e riposato al risveglio. Ora che hai acquisito le basi, passiamo alla fase successiva: ti suggeriamo 3 metodi per potenziare il tuo tasso di idratazione durante la notte.

Struccarsi, un rituale essenziale

Struccarsi: un rituale quotidiano irrinunciabile ma spesso dimenticato, o eseguito sommariamente. Eppure, questo gesto rimuove il make-up, i residui di sostanze inquinanti e le cellule morte accumulate sulla superficie cutanea nel corso della giornata. A condizione che venga eseguito correttamente.
Il rituale corretto? Iniziare detergendo il viso con un fluido struccante, per imprigionare l’eccesso di sebo e asportare lo strato di make-up che di fatto ostruiva i pori. Secondo passo, applicare un gel o latte detergente (a seconda del tipo di pelle) sul viso umido: l’emulsione andrà a liberare l’epidermide dalle impurità residue e a trattare le problematiche della nostra pelle.
Risultato: un viso davvero pronto ad accogliere i trattamenti che vorremo dedicargli.

L' esfoliazione: il segreto per una bella pelle

L' esfoliazione è uno dei gesti essenziali che garantiscono un migliore assorbimento dei trattamenti.
Di fatto, quando la pelle è ostruita da impurità, residui di trucco o sostanze inquinanti, diventa impermeabile ai principi attivi contenuti nelle creme e nei sieri utilizzati.
Per renderla nuovamente ricettiva, esiste una soluzione piuttosto semplice: esfoliare. Ma, ancora una volta, adottando i gesti giusti!
Bye bye ai gommage che producono un effetto astringente sullo strato idrolipidico (il film che protegge la nostra pelle dalle aggressioni quotidiane); inseriamo invece nella nostra routine un gel per il gommage, da utilizzarsi una o due volte alla settimana: le microbiglie di cellulosa e cera di jojoba eliminano delicatamente le cellule morte lasciando il posto a uno strato di pelle nuova e, quindi, più radiosa.

Idratare la pelle durante tutta la notte

Beninteso, l' idea non è quella di puntare la sveglia alle 3 del mattino per applicare uno strato di crema idratante, tutt' altro! Piuttosto, è quella di scegliere trattamenti a base d'acqua che possono essere utilizzati come crema da giorno, ma anche come sleeping mask. Ispirata al rituale di trattamento coreano, questa crema aqua-gel regala alla pelle un bagno di freschezza idratante.
Al risveglio, la pelle è rimpolpata, fresca e radiosa, un piccolo plus: questa formula versatile può essere utilizzata anche sul contorno occhi, per uno sguardo più luminoso e riposato.

basta adottare una routine di trattamento che sia adatta al nostro tipo di pelle, ma anche al ritmo del nostro organismo !
Booster l’hydratation de la peau pendant la nuit
A lire aussi

Leggi anche

Legui anche

C'è un tesoro nascosto da qualche parte in Italia

Partecipa a Hydrance - #LaPotenzaDi2, un'innovativa caccia al tesoro che celebra l'amicizia. Se trovi la goccia nascosta in farmacia, potresti vincere e far vincere anche alle tue amiche un'esclusiva beauty box Eau Thermale Avène.

vai al sito
Send by email

Ricerca in corso

Login richiesto

Devi collegarti al tuo account Avène per salvare questa informazione.


Collegati o crea un account

You can't post more than one comment on a product

Dai la tua opinione

* Campi obbligatori

Il mio account Avène

-Giorno
-Mese
-Anno

Marchi del Gruppo Pierre Fabre

*Campi obbligatori

Grazie per aver condiviso la tua opinione!

Il tuo commento è in attesa di essere moderato da parte degli amministratori del sito e verrà pubblicato dopo l'approvazione.