Luce blu

Sole

Cos'è la luce blu?

La luce blu è emessa principalmente dal sole, ma anche da fonti artificiali con LED o lampade fluorescenti compatte come gli schermi dei computer, gli smartphone, ecc. Nello spettro "arcobaleno" della luce visibile, la luce blu si divide in due tipi di radiazioni molto diverse.
 

 

Luce "blu-turchese”

La luce "blu-turchese" è riconosciuta come vitale per il funzionamento del corpo. Questo tipo di luce regola i nostri cicli circadiani: contribuisce all’orario di risveglio, addormentamento e al nostro benessere generale.

Luce "blu-viola” 

La luce "blu-viola" è la banda dello spettro visibile che contiene più energia, e da ciò deriva il suo nome HEV ("High Energy Visible Light"): dannosa per il corpo, accelera l'invecchiamento delle cellule e dobbiamo proteggerci. 

Luce blu: qual è la differenza tra sole e schermi?

La luce blu degli schermi non è paragonabile all'intensità del sole, anche se questo tipo di luce è sempre più presente nella nostra vita quotidiana: siamo esposti a questo tipo di luce prima e più a lungo. L'intensità della luce del sole può essere 1.000 volte superiore a quella degli schermi: dovresti trascorrere 64 giorni interi davanti al tuo tablet per l'equivalente di un'ora di esposizione al sole. Un'altra differenza è che, all'aperto, la pelle è direttamente esposta al sole, mentre l'occhio percepisce solo ciò che viene riflesso dalla luce.

1. Confronto con i dati di fluxometer.com
Intensità della luce per un iPhone X: Luce blu (potenza ponderata): 8,14 µW/cm2/dose 1 ora = 0,0293 J/cm2
Intensità della luce per un iPad4: Luce blu (potenza ponderata): 5,45 µW/cm2/dose 1 ora: 0,0196 J/cm2
Una goccia di acqua termale

Gli effetti della luce blu

Con la luce visibile blu ad alta energia, è stato scoperto un nuovo nemico della pelle, forse ancora più dannoso dei raggi UVA e UVB. Questi raggi nocivi penetrano ancora più in profondità negli strati della pelle, raggiungendo l'ipoderma. Con la sua intensa energia - che le dà il nome - la luce blu attacca tutti i costituenti cellulari: lipidi, proteine e DNA. Questi raggi da soli danneggiano le cellule della pelle in un'ora di esposizione al sole². Il danno si misura a lungo termine: ciò spiega l'assoluta necessità, in termini di salute pubblica, di proteggersi il più presto possibile e per tutta la vita. Ma questi non sono gli unici effetti della luce blu sul corpo. Altri studi hanno dimostrato che questa luce blu-viola porta alla formazione di specie reattive dell’ossigeno tossiche che colpiscono tutti i costituenti delle cellule cutanee: lipidi, proteine e DNA.

 

²Equivalente a 1 ora di esposizione al sole alle nostre latitudini in estate. Journal of Investigative Dermatology (2010) 130, 259 - 269; doi: 10.1038/jid.2009.194; pubblicato online il 13 agosto 2009)
av_solaires_schema_lumiere-bleue_spectre_16x9

Pertanto, è ragionevole supporre che a lungo termine, e soprattutto poiché l'invecchiamento erode i meccanismi di difesa cellulare, l'esposizione della pelle alla luce ad alta energia può avere un effetto nocivo che aumenta il processo di invecchiamento e ha anche meccanismi cancerogeni. Inoltre, la luce blu agisce sul gene della pigmentazione e stimola l'attività dei melanociti. Questo aggrava alcune dermatosi legate al funzionamento della melanina, come la maschera gravidica o l'iperpigmentazione post-infiammatoria. La luce blu ha quindi effetti potenzialmente ancora più devastanti dei raggi UVA, soprattutto sulla pelle più scura. 

av_solaires_schema_lumiere-bleue_effets_nefastes_16x9
1. Ossidazione cellulare: aumento del rischio di mutazione nei geni chiave. ALTERAZIONE DEL DNA 

IL CONSIGLIO DEGLI ESPERTI

La soluzione dermatologica contro la luce blu

L'innovazione di Eau Thermale Avène contro la luce blu: il nuovo filtro solare TriAsorb™

Per combattere gli effetti della luce blu sulla pelle, i Laboratori Eau Thermale Avène hanno sviluppato una nuova tecnologia rivoluzionaria: il filtro TriAsorb, ispirato al naturale potere fotoprotettivo della melanina.
 

Il filtro TriAsorb™ permette ai fotorecettori di lavorare sulla parte blu turchese della luce, esattamente come fa la melanina, per non interferire con la fisiologia del corpo.

IL CONSIGLIO DEGLI ESPERTI

Come funziona in pratica?

La melanina, che è una funzione del fototipo di ogni individuo, ha la responsabilità di fornire naturalmente alla pelle la giusta fotoprotezione. Protegge quotidianamente dagli effetti acuti dei raggi solari - come le scottature - ma anche da quelli a lungo termine, come il fotoinvecchiamento e i tumori della pelle. Protegge anche dalla luce visibile blu ad alta energia. Ispirandosi a questa funzione unica, TriAsorB™ fornisce alla pelle una fotoprotezione molto ampia ed efficace e riflette la parte dannosa dello spettro solare, che comprende raggi UVB, UVA corti, UVA lunghi, ma anche la luce visibile blu ad alta energia.
 

Una goccia di acqua termale

Una formula che risponde al duplice impegno di Avène di rispettare la pelle e l'ambiente
 

Il nuovo filtro TriAsorB™ risponde pienamente all'approccio Conscious Care di Pierre Fabre Dermo-Cosmetics. Utile, ponderato ed etico, mira a formulare principi attivi sempre più rispettosi della pelle e dell'ambiente. 
 

Una formula sicura 

Il nuovo filtro TriAsorB™ è una molecola organica presente nella formula. La tecnica utilizzata per aggiungere il filtro ne garantisce la sicurezza. Grazie a TriAsorB™, abbiamo raggiunto l'impresa di ridurre di circa il 10% la percentuale di filtri nel nuovo Intense Protect 50+, pur mantenendo una protezione di alta qualità.

Sono stati condotti quattro anni di lavoro e 30 studi tossicologici per testare la sicurezza del filtro. Il filtro ultra sicuro TriAsorB™ rimane sulla superficie della pelle,.

3 I test dimostrano che il filtro protegge il DNA cellulare dai danni dovuti allo stress UV.4

3. Applicazione topica (5 mg.cm-2) Misure effettuate su espianti di pelle umana.
3 modelli utilizzati: Pelle sana/Pelle sana e irradiata/Pelle compromessa e irradiata
4. Applicazione topica (2 mg.cm-2) Misure effettuate su epidermide ricostruita - modelli follicolari. Stress: esposizione acuta ai raggi UV. Quantificazione del danno al DNA (mediante analisi LC/MS (cromatografia liquida/spettrometria di massa))
 

Rispetto per l'ambiente

I Laboratori Eau Thermale Avène portano avanti il loro approccio responsabile nei confronti dell'ambiente e l'impegno a limitare l'impatto dei filtri solari sugli oceani. Il nuovo filtro TriAsorB™ ha superato numerosi test in condizioni sperimentali che hanno dimostrato la sua non tossicità su 3 specie chiave della biodiversità marina: una specie di corallo, una specie di fitoplancton e una specie di zooplancton.

 

SOLARI

SOLARI

Intense Protect 50+

  • Questo prodotto solare a spettro ultra-ampio soddisfa i più alti requisiti per la pelle, minimizzando il nostro impatto sull'ambiente.
  • 95,3% di riduzione del danno del DNA indotto dalla luce blu¹ 

¹Test in vitro. Applicazione topica (2 mg.cm-2) Test eseguiti su epidermide ricostruita. Stress: esposizione simulata alla luce blu. Quantificazione del danno ossidativo del DNA mediante esame immunoistochimico.

Scopri di più
SOLARI