Danni causati dal sole

Come influiscono i raggi UV sulla pelle?

Le radiazioni UV agiscono sulla pelle attraverso quattro processi fondamentali:

  • Riflessione dovuta a cambiamenti nell'indice di rifrazione, che è particolarmente importante per la luce visibile e infrarossa
  • Diffrazione da parte delle fibre e delle cellule di ogni strato di pelle, che è notevole per lo strato corneo e lo strato di melanina
  • Trasmissione attraverso gli strati epidermici
  • Il solo assorbimento può indurre una reazione fotochimica in varie sostanze contenute nelle cellule come cheratina, melanina, proteine o pigmenti carotenoidi

 

Gli effetti cronici dei raggi UV sulla pelle sono cumulativi e interdipendenti. La radiazione ultravioletta può essere emessa da una fonte naturale (il sole) o artificiale, come le lampade abbronzanti. I pericoli dei raggi UVB sono noti da molto tempo, mentre quelli degli UVA sono diventati evidenti solo di recente. Tuttavia, entrambi sono pericolosi poiché penetrano nell'epidermide e possono colpire gli occhi.

UVB, i nemici dell'epidermide

Il 90% dei raggi UVB viene assorbito dall'epidermide, lo strato superficiale della pelle. Stimolano la produzione di un pigmento chiamato melanina che colora la superficie della pelle. Questa bella abbronzatura è in realtà la difesa della pelle contro l'aggressione del sole. Quando l'esposizione ai raggi UVB è talmente forte da rendere impossibile per la pelle difendersi, è allora che ci si scotta (i raggi UVB sono i principali responsabili). Gli UVB altamente energetici possono causare danni diretti al DNA delle cellule cutanee: lesioni al DNA. A lungo termine, questo può portare alla formazione di tumori della pelle. 

 

Raggi UVA: la penetrazione più profonda

I raggi UVA penetrano direttamente nell'ipoderma, lo strato più profondo della pelle. Per molto tempo, si è pensato che fossero innocui perché, a differenza degli UVB, non causano scottature né disagio quando penetrano nella pelle. Tuttavia, i raggi UVA sono i principali responsabili dell'invecchiamento cutaneo perché causano una perdita di elastina nelle cellule della pelle. La pelle perde la sua elasticità, si secca e compaiono rughe che diventano sempre più profonde. I raggi UVA sono anche coinvolti nello sviluppo di alcuni tumori della pelle. 

IL CONSIGLIO DEGLI ESPERTI 

I rischi dell'esposizione ripetuta al sole 

Anche se tutti amiamo oziare su una spiaggia in estate, l'esposizione al sole non è priva di rischi. La luce ultravioletta può causare numerose reazioni cutanee e danni irreversibili alla pelle e agli occhi. Nei casi più gravi, il danno può essere fatale.

 

 

Buone abitudini per proteggersi dagli effetti nocivi del sole

  • Non esporre la pelle dei neonati e dei bambini piccoli alla luce diretta del sole.
  • Non esporsi nelle ore più calde della giornata, dalle 11 alle 16.
  • Usare un abbigliamento protettivo adeguato (indossare una maglietta, occhiali da sole, cappello, ecc.).
  • Utilizzare una crema solare con un SPF elevato. 
  • Evitare di restare troppo a lungo al sole, anche se si sta utilizzando la crema solare.
  • Riapplicare la crema solare frequentemente per rimanere protetti, in particolare dopo aver sudato, nuotato o essersi asciugati.
  • Attenzione: se non si usa la quantità raccomandata di crema solare, si riduce significativamente il livello di protezione.
Nella stessa gamma

LE NOSTRE SOLUZIONI PER PROTEGGERE IL NOSTRO FUTURO

Prodotti di skincare Eau Thermale Avène studiati per proteggere la pelle e rispettare gli oceani

Fluido Sport SPF 50+

Fluido Sport SPF 50+

Protegge

Crema SPF 50+

Crema SPF 50+

Lenisce, protegge

Fluido SPF 50+

Fluido SPF 50+

Protegge

Stick Labbra SPF 50+

Stick Labbra SPF 50+

Protegge