Gli appunti degli esperti

Secchezza e disidratazione

Secchezza e disidratazione

La disidratazione colpisce tutti i tipi di pelle. Per ripristinare durevolmente la protezione e il comfort della pelle, bisogna restituirle il suo equilibrio idrico.

A prescindere dal tipo di pelle, esistono dei fattori che possono scatenare o favorire una sensibilità eccessiva: la pelle ha reazioni marcate quando si preferirebbe che non si manifestasse...

The brand Eau thermale Avène

Se il corpo umano, derma compreso, contiene complessivamente il 60% d'acqua, non è il caso dell'epidermide, il cui strato superficiale funge da interfaccia tra l'ambiente interno, molto umido, e l'aria esterna, molto più secca. L'epidermide contiene il 20-30% di acqua, percentuale che scende al 10-20% per il suo strato più superficiale, lo strato corneo. Questo strato corneo ha una struttura particolare, che spesso viene paragonata a un muro di mattoni (i corneociti) e di cemento (i lipidi intercellulari), il cui ruolo è evitare l'evaporazione dell'acqua dal corpo.

Cos'è una pelle disidratata?
Qualunque sia la sua natura, secca, mista, normale o grassa, la pelle può essere disidratata dalle aggressioni esterne.
Situata all'interfaccia tra l'organismo e l'ambiente esterno, è in prima linea quando si tratta di sbarrare la strada alle aggressioni, siano esse fisiche (urti, sbalzi di temperatura, venti...) o chimiche (tensioattivi, sostanze irritanti...).
La pelle disidratata è opaca, irregolare o ruvida al tatto; si desquama, a volte è striata, se non addirittura screpolata.

I tipi di pelle
Alcune pelli sono naturalmente meglio idratate o meno secche di altre. Le pelli secche, che si tratti di xerosi semplici, di xerosi, di dermatite atopica o di ittiosi, contengono molta meno acqua rispetto a una pelle normale. Questa secchezza è dovuta ad anomalie del metabolismo lipidico (ceramidi), proteico (proteasi, filaggrina), oppure a disturbi della differenziazione epidermica.
 
- Le pelli secche normali:

- Le xerosi semplici sono il caso più frequente. Si correggono facilmente applicando degli emollienti.
- La xerosi senile: è più marcata sugli arti.
- La xerosi invernale è un peggioramento della xerosi semplice per azione del freddo e del vento.
- Le xerosi indotte interessano le pelli disidratate dai prodotti d'igiene contenenti tensioattivi troppo aggressivi (saponi). Anche alcuni trattamenti (retinoidi, acidi della frutta) seccano la pelle.

- Le pelli secche patologiche:
- La xerosi atopica: la dermatite atopica, o eczema infantile, comporta una secchezza cutanea più o meno accentuata. Legata ad anomalie strutturali dell'epidermide, questa secchezza è responsabile dell'assorbimento di allergeni e della perdita di acqua attraverso l'epidermide.
- Alcune carenze alimentari gravi possono provocare o aggravare la secchezza cutanea.
- La secchezza cutanea può essere anche provocata da alcune malattie sistemiche.
- Le ittiosi : si tratta di malattie genetiche rare, genetiche o acquisite, di gravità variabile.

Questions

Carnets experts

Send by email

Ricerca in corso

Login richiesto

Devi collegarti al tuo account Avène per salvare questa informazione.


Collegati o crea un account