Intervista con Emilia d'Avack, esperta in ecosistemi marini di PUR Projet

PUR Projet e Acqua Termale Avène: ricostruire la barriera corallina

Intervista con Emilia d'Avack, esperta in ecosistemi marini di PUR Projet

Più volte all'anno, Emilia d'Avack, esperta di ecosistemi marini presso PUR Projet, si reca a Pejarakan, un villaggio nel nord-ovest di Bali, per coordinare il programma PUR Corail lanciato nel 2016 e monitorare l'evoluzione della crescita della barriera corallina in via di rigenerazione. Feedback di una donna sul campo.

Fai parte del progetto Pur Corail dall'inizio, qual è il tuo ruolo?

Ho iniziato cercando un luogo adatto. Ci doveva essere una barriera corallina da preservare e una comunità locale pronta a farsi coinvolgere. Poi ho proceduto con un inventario dei danni. Successivamente abbiamo dovuto scegliere i metodi di ricostruzione più adatti e formare le squadre sul posto. Oggi, due persone e un manager assicurano la manutenzione a tempo pieno e lavorano per ricostruire ed espandere la barriera corallina. Torno due volte all'anno per controllare che tutto funzioni bene.

Dal 2019 abbiamo installato quasi 17 strutture subacquee e trapiantato 2040 coralli di 20 specie diverse ogni anno.

Emilia d'Avack
Emilia d'AvackEsperta di ecosistemi marini di PUR Projet

Com’è possibile rigenerare il corallo e ricostruire una barriera corallina?

Abbiamo scelto una tecnica all'avanguardia, conosciuta come Biorock. Richiede una struttura metallica elettrificata in 3D che viene immersa. Quando entra in contatto con l'acqua, la debole corrente provoca una reazione chimica e crea un materiale, simile allo scheletro del corallo, che si attacca al metallo. A quel punto dobbiamo intervenire e innestare i frammenti di corallo che sono ancora vivi. È molto efficace, ma costoso. Per questo motivo stiamo sperimentando altri due metodi: un'altra struttura metallica che copriamo noi stessi con una miscela di sabbia e colla e una gabbia riempita di pietre che serve da supporto per gli innesti.

E la barriera corallina torna in vita?

Grazie al sostegno del marchio Eau Thermale Avène, dal 2019 abbiamo installato quasi 17 strutture subacquee e trapiantato 2040 coralli di 20 specie diverse ogni anno. Tra il 2016 e il 2021, trapianteremo più di 10.000 coralli grazie ad Avène. Il tasso di sopravvivenza è buono. La barriera corallina comincia a ritrovare una complessità architettonica, una funzione di rifugio. Si sta osservando il ritorno di nudibranchi, scorfani, pastinache a macchie blu, rane pescatrici, polpi, seppie... L'immersione è tornata a essere un piacere. 

Quali sono i tuoi prossimi obiettivi?

Il nostro obiettivo è che la barriera corallina riacquisti tutte le funzioni di una sana barriera corallina naturale vivente e garantisca tutte le sue funzioni e servizi nell’ecosistema in termini di biodiversità, cibo, protezione costiera, ecc. Ora la pesca con la dinamite o il cianuro è proibita, ma la pesca dei pesci predatori è ancora troppo comune nella zona. Favorisce direttamente la diffusione delle alghe in competizione con il corallo. È una pressione ancora molto attiva. Dobbiamo continuare a collaborare con le comunità su queste problematiche e affrontare i problemi legati all’inquinamento.

Com’è sostenibile questo progetto di protezione della barriera corallina?

Ogni fase del programma è progettata con tutte le parti interessate: abitanti, autorità locali e associazioni di pesca e turismo. Abbiamo un ruolo di supporto, troviamo finanziamenti, condividiamo competenze, infrastrutture, know-how ma, soprattutto, forniamo alla comunità locale tutti gli strumenti in modo che possano continuare a preservare il capitale naturale e ripristinare da soli la barriera corallina. Abbiamo formato delle squadre composte esclusivamente da abitanti dei villaggi. Oggi stiamo cercando di organizzare visite guidate alla barriera corallina, di offrire certificati di adozione di coralli neonati e altre attività che generano reddito.

Il nostro obiettivo è fare in modo che la barriera corallina torni naturale e sana e riacquisti tutte le sue funzioni.